“Un viaggio che non passa dalla buona tavola non porta da nessuna parte”

Questo antico adagio, uguale in tutto il mondo, ci guida nel proporvi un’esperienza sportiva e culinaria che:

  • gratifica i muscoli del corpo
  • stimola tutti i sensi con naturalezza e
  • soddisfa il palato divinamente

Abbiamo disegnato dei percorsi rigeneranti che non appesantiscono per sforzo fisico e lasciano spazio ad una sana ricompensa culinaria che soddisfa il corpo e lo spirito.

Corno trekking percorsi eno-gastronomici sostenibili
Tutti gli itinerari sono all’interno del Parco Regionale del Corno alle Scale, i sentieri sono ben segnalati dal CAI (Club Alpino Italiano) e attraversano valli ricche di castagni, querce, faggi, aceri fino a raggiungere le vette del comprensorio appenninico con in cima il Corno a circa 2.000 metri.

2 tipi di percorsi

  • da un albergo all’altro
  • ad anello, riportano all’albergo di partenza.

Percorsi speciali possono essere consigliati a seconda delle esigenze dei clienti.

Durata

Variabile dalle 3 alle 6 ore di marcia, escluse le soste in albergo, percorsi a piedi da 11 a 22 Km al giorno.

Corno trekking percorsi eno-gastronomici sostenibili

Grado di difficoltà

Il tratto appenninico che qui ci interessa ha un livello di difficoltà medio di 2/3. Sono previste delle semplificazioni ma si tratta comunque di percorsi di montagna con saliscendi a volte ripidi, pertanto è consigliabile un minimo di allenamento e capacità di lettura della carta dei sentieri.

percorso ad anello di Pianaccio

Periodo ideale

In assenza di precipitazioni tutto l’anno.

I mesi più miti e con i sentieri maggiormente praticabili sono da maggio a ottobre.